Grandi scrittori hanno evocato queste colline di Firenze, come uno dei luoghi più belli del mondo.
Ancora oggi, grazie alle strette e caratteristiche strade che circondano “La Gaia”, il traffico è quasi inesistente ed è quindi possibile concedersi lunghe passeggiate nel verde e la quiete, fino a raggiungere facilmente il Piazzale Michelangelo, il Forte Belvedere ed il centro della città.
A poca distanza si trova l’Osservatorio di Arcetri e la villa “Il Gioiello”, luoghi in cui visse e lavorò Galileo Galilei, vicino al convento dove era suora sua figlia Maria Celeste, il cui nome è ricordato dall’omonima via.